ACCEDI | REGISTRAZIONE

Elaborazione paghe

     SERVIZI COLLEGATI

La nostra esperienza trentennale nell'amministrazione e gestione del personale ci ha permesso di mettere a punto un sistema di elaborazione Paghe e contributi preciso, affidabile e altamente economico adatto ad ogni tipologia di impresa. Coaudivato dalla tecnologia sviluppata dallo studio , abbiamo messo a disposizione del cliente un servizio che ti consente di ridurre i costi amministrativi ed avere tutto in tempi rapidi grazie alla nostra tecnologia a supporto Tramite l'invio di presenze online, all'archivio digitale, mod. F24 telematici, il sapere dello Studio già organizzato e sempre a disposizione in comode , guide , modulistiche, e tanto altro.

ELABORAZIONE PAGHE

 

Presenze online

presenze

Lo studio della porta ha messo a punto prendendo spunto dalla sua esperienza trentennale un innovativo sistema di rilevazione ed invio presenze on line. Dove l'aziende tramite un area personale può usufruire dei servizi dedicati tramite l'area appositamente studiata  sul sito e gestire ed inviare le presenze gratuitamente e senza costi aggiuntivi.

Mod. F24 telematico

f24

Lo studio mette a disposizione un servizo di pagamento dei versamenti con modello F24  che si potranno effettuare anche attraverso i canali telematici messi a disposizione dai Prestatori di Servizi di Pagamento (Psp) diversi dalle banche che offrono sistemi di pagamento come l’home banking, iscritti all’apposito albo di Banca d’Italia. L’Agenzia delle Entrate e l’Associazione Italiana Istituti di Pagamento e di Moneta Elettronica (Aiip) hanno, infatti, stipulato un accordo per il servizio di accoglimento con modalità telematiche delle deleghe di pagamento relative ai versamenti unitari (Servizio F24)

Cedolini paga

paga

Nel nostro Paese, l'obbligo della busta paga è sancito dalla legge 5 gennaio 1953, n. 4 (pubblicata nella Gazzetta Ufficiale del 27 gennaio, n. 21).

«È fatto obbligo ai datori di lavoro di consegnare, all'atto della corresponsione della retribuzione, ai lavoratori dipendenti, con esclusione dei dirigenti, un prospetto di paga in cui devono essere indicati il nome, cognome e qualifica professionale del lavoratore, il periodo cui la retribuzione si riferisce, gli assegni familiari e tutti gli altri elementi che, comunque, compongono detta retribuzione, nonché, distintamente, le singole trattenute».

Grazie ad essa, il lavoratore può verificare lo stipendio percepito e la sua congruità con quanto stabilito nel contratto individuale di lavoro oltre che con il Contratto Collettivo Nazionale di Lavoro (CCNL), vedere il numero di ore di ferie e permessi maturati e l’importo dei contributi previdenziali versati dal datore di lavoro. Ma tutte questi informazioni non sono sempre facilmente captabili. Lo studio della porta utilizza la sua tecnologia e professionalità di trent'anni di attività sviluppata  per l'elaborazione dei cedolini e l'analisi del costo del lavoro per offrirti un servizio personalizzato analizzando il tuo budget del personale : economico , veloce e professionale .

Archivio digitale

archivio

Gli elaborati  e documenti dello Studio vengono catalogati e organizzati, in un comodo archivio online personale e riservato. Comunichiamo e collaboriamo con il cliente in maniera veloce ed efficiende archiviando digitalmente gli elaborati , consultabili ed inviabili in tempo diretto ogni qualvoltà il cliente lo desideri.

CAF / Mod. 730

730

Lo studio Della Porta collabora con i migliori professionisti provenienti da esperienze di carriera ultra trentennale per venire incontro alle esigenze fiscali dei clienti più esigenti . Che potranno trovare un polo d'eccellenza dove l'impresa è seguita in ogni sua parte. Competenza, cortesia e professionalità per darti un'assistenza fiscale, completa e personalizzata.

Dichiarazioni annuali

dichiarazioni

Assistiamo in tutte le dichiarazioni annuali gli imprenditori individuali e le società di persone che esercitano attività d'impresa devono presentare le seguenti dichiarazioni annuali: dichiarazione dei redditi; . dichiarazione Irap; . dichiarazione Iva; . dichiarazione dei sostituti d'imposta. Dichiarazione dei redditi La dichiarazione dei redditi delleGli imprenditori individuali e le società di persone che esercitano attività d'impresa devono presentare le seguenti dichiarazioni annuali: dichiarazione dei redditi; dichiarazione Irap; dichiarazione Iva; dichiarazione dei sostituti d'imposta. La dichiarazione dei redditi delle persone fisiche deve essere redatta utilizzando il Modello "Unico Persone fisiche". I quadri da compilare per determinare il reddito d'impresa sono il quadro RF per le ditte individuali con contabilità ordinaria ed il quadro RG per le ditte individuali con contabilità semplificata. La dichiarazione dei redditi delle società di persone deve essere redatta sul modello "Unico Società di Persone" che va utilizzato per dichiarare: il reddito da attribuire ai soci; l'imposta sostitutiva sulle plusvalenze a carico della società; i redditi soggetti a tassazione separata; i redditi e i proventi soggetti ad imposta sostitutiva; l'elenco dei soci alla data di chiusura del periodo d'imposta; l'ammontare dell'utile o della perdita, delle ritenute d'acconto e dei crediti d'imposta da attribuire ai soci. I quadri da compilare per determinare il reddito d'impresa all'interno del modello sono il quadro RF per le società in contabilità ordinaria ed il quadro RG per quelle in contabilità semplificata. Riguardo alle modalità di presentazione, le dichiarazioni dei redditi possono essere presentate: in via cartacea, ad una banca o ad un ufficio postale tra il 1° maggio e il 31 luglio; in via telematica, direttamente dal contribuente o da parte di un intermediario, entro il 31 ottobre. Dichiarazione Irap
L'obbligo della dichiarazione spetta all'impresa commerciale, all'impresa agricola o piccola impresa ed a chi esercita arti e professioni; sono escluse le collaborazioni ed il lavoro autonomo occasionale. Poiché la dichiarazione deve essere inclusa nel modello Unico, i termini di presentazione sono gli stessi. Dichiarazione annuale Iva
La dichiarazione Iva annuale deve essere presentata da tutti i soggetti passivi d'imposta che effettuano operazioni rilevanti ai fini Iva nel territorio dello Stato. Permette la determinazione definitiva del debito o del credito d'imposta con l'eventuale recupero di detrazioni non effettuate nei periodi di competenza e la rettifica di eventuali errori compiuti nelle precedenti annotazioni. La dichiarazione Iva annuale è di solito inclusa nel modello Unico ed il relativo termine di presentazione coincide con quello della dichiarazione unificata. Nel caso in cui dalla dichiarazione risulti un debito d'imposta, il versamento deve essere eseguito entro il 16 marzo o entro i termini previsti per il pagamento di Unico con la maggiorazione dello 0,4%. Dichiarazione annuale dei sostituti d'imposta Gli imprenditori devono dichiarare anche i compensi corrisposti nell'anno precedente a dipendenti, collaboratori, professionisti, sui quali è stata operata una ritenuta d'acconto. La dichiarazione, denominata Modello 770, è suddivisa in due parti omogenee che costituiscono due distinte dichiarazioni:
. Mod. 770-Semplificato che deve essere presentato, entro il 30 settembre, per comunicare in via telematica all'Agenzia delle Entrate i dati fiscali relativi alle ritenute operate nell'anno precedente sui redditi di lavoro dipendente ed assimilati, indennità di fine rapporto, prestazioni in forma di capitale erogate da fondi pensione, redditi di lavoro autonomo, provvigioni e redditi diversi nonché i dati contributivi, previdenziali ed assicurativi e quelli relativi all'assistenza fiscale prestata nello stesso anno;
.Mod. 770-Ordinario che deve essere presentato, entro il 31 ottobre, da coloro che sono tenuti a comunicare i dati riguardanti le ritenute operate su dividendi, proventi da partecipazione, redditi di capitale erogati nell'anno precedente od operazioni di natura finanziaria effettuate nello stesso periodo, nonché i dati relativi alle indennità di esproprio e quelli concernenti i versamenti effettuati, le compensazioni operate e i crediti d'imposta utilizzati.